Comunicato stampa del 12 settembre 2007


Giunge al terzo giorno di lavoro il XX Congresso nazionale dell'ATI che si sta svolgendo a Oristano, intorno al tema L'identità e i suoi luoghi. L'esperienza cristiana nel farsi dell'umano.

Nella sessione mattutina la relazione di Giovanni Cesare Pagazzi, dal titolo L'identità custodita. Il primogenito e i suoi fratelli, ha inteso indagare uno dei legami fondamentali alla base della dimensione passiva della coscienza, ovvero il rapporto fraterno: come nessuno ha deciso di nascere così nessuno ha scelto i propri fratelli. Servendosi di alcune recenti prospettive delle "scienze umane", Pagazzi (docente di teologia sistematica ed antropologia presso la Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna e direttore dello Studio Teologico dei Seminari di Crema e Lodi) ha quindi ricostruito il modo con cui le Sacre Scritture descrivono la fratellanza: ben lontana dalla enfasi illuministica (unità, uguaglianza, fraternità) e da una certa retorica ecclesiale, la Bibbia riconosce alla fraternità innanzitutto la caratteristica della prova (Caino e Abele, Giuseppe e i fratelli…) che porta alla luce la paura della morte e i suoi malcelati sintomi. «La fratellanza - ha detto Pagazzi - diventa quindi pro-vocazione alla coscienza, chiamata a decidere se vedere nel fratello il rivale che minaccia il primo/unico posto a disposizione nell'affetto dei genitori e nella vita, oppure l'occasione di professare la fede in Colui che, provato in ogni cosa, non si vergogna di chiamarci fratelli e, liberando dalla paura della morte (cfr. Eb 2), apre la via alla casa dove sono "i posti" per ciascuno (cfr. Gv 14,2)».

Dopo la relazione di Pagazzi i lavori sono proseguiti con un dialogo tra il teologo Marco Vergottini, vicepresidente dell'ATI e la filosofa milanese Laura Boella. La Boella si è detta convinta della necessità di prendere coscienza di come la domanda sull'identità sia oggi cambiata: dal «chi sono io?» al «chi sei tu?». E questo sulla scia di pensatori come Nietzsche, Foucault, Maria Zambrano o della stessa psicanalisi. La filosofa milanese ha quindi ricostruito il percorso di ricerca che l'ha portata - passando per l'insoddisfazione nei confronti dell'affermazione ancora troppo astratta dell'originarietà dell'essere-con-altri - all'indagine intorno all'empatia. E proprio il tema dell'empatia, riproposto all'attenzione dei filosofi da Edith Stein, ha molto a che fare con la questione dell'identità, in quanto è infine un fare spazio dentro di sé ad altre esperienze, una rottura dell'autonomia monolitica del soggetto. La Boella ha concluso il suo intervento ribadendo la necessità di «tenere aperto uno spazio»: un dovere anche per il pensiero critico, che non può scambiare la sua necessaria autonomia col rifiuto di ogni confronto col sapere teologico.
Nel pomeriggio i teologi italiani riuniti a Oristano hanno compiuto una escursione nella splendida cornice della penisola del Sinis, con una visita al santuario ipogeico di San Salvatore, agli scavi archeologici della città (fenicio-punica e poi romana) di Tharros e alla basilica paleocristiana di San Giovanni di Sinis, la più antica chiesa cristiana della Sardegna insieme a quella di San Saturnino a Cagliari.

Domani avranno luogo le relazioni dei teologi Roberto Del Riccio (su L'identità attiva, tra sopravvivenza e significazione) e Andrea Grillo (L'identità celebrata: il rito, il simbolo e la fede). Al pomeriggio si terrà l'assemblea generale dei soci ATI con l'elezione del nuovo Consiglio. Alle ore 18 avrà luogo una celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Oristano Ignazio Sanna. Alle 21.15, presso il teatro Garau di Oristano l'attore milanese Carlo Rivolta proporrà una lettura scenica di testi scelti e raccolti dal biblista Roberto Vignolo con il titolo Che cosa è l'uomo, Signore? Tragitto biblico della domanda antropologica.

Oristano, 12 settembre 2007

Collana FORUM ATI n. 16

Associazione Teologica Italiana
TEOLOGIE E CHIESE
A 500 anni dalla Riforma protestante

gli Atti del Corso di Aggiornamento sulla Teologia della Riforma

 

Collana FORUM ATI n. 15

Associazione Teologica Italiana
FARE TEOLOGIA NELLA TRADIZIONE

Indice del Volume: Clicca qui

 

RASSEGNA DI TEOLOGIA

Rassegna di Teologia è la rivista trimestrale, curata dai padri gesuiti della Sezione San Luigi della Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale (Napoli), che ospita tra le sue pagine il Forum dell’A.T.I.

Per maggiori informazioni: www.rassegnaditeologia.it

Questo sito utilizza i cookie per garantirti una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sull'utilizzo dei Cookie puoi trovarle nella nostra Cookies Policy.

Accetto i Cookie da questo sito