Esiste una gioia che ignora del tutto il dolore,
l’angoscia e la paura del cuore umano;
essa non ha nessuna consistenza,
può solo anestetizzare per pochi attimi.

La gioia di Dio, invece, è passata attraverso
la povertà della mangiatoia e l’angoscia della croce;
per questo è invincibile, irresistibile.
Non nega la miseria là dove c’è la miseria;
ma proprio lì, al cuore di essa, trova Dio.
Non contesta la gravità del peccato;
ma è proprio così che trova il perdono.
Essa guarda la morte in faccia;
ma proprio lì trova la vita.
Ecco, di questa gioia si tratta, ed è una gioia vittoriosa.
Solo di essa ci si può fidare, solo essa aiuta e risana.

Pieni di gioia
ci è lecito credere che c’è stato e c’è uno
a cui nessuna sofferenza umana,
nessun peccato umano è estraneo,
e che nell’amore più profondo ha realizzato la nostra redenzione.

Dietrich Bonhoeffer

A tutti voi, carissime socie e soci,
alle vostre famiglie e comunità,
i migliori auguri di una Santa Pasqua,
il Presidente e il Consiglio Direttivo A.T.I.