Associazione Teologica Italiana
La creazione. Oltre l’antropocentrismo?
Paolo Giannoni (a cura di)

Atti del XIV Congresso Nazionale dell’ATI, tenutosi a Pisa nei giorni 7-11 settembre 1992.

La dottrina biblica della creazione è uno di quei temi della tede sui quali si addensano da sempre interrogativi e problemi provenienti dalla riflessione filosofica e dallo sviluppo scientifico.
Oggi poi si aggiungono le contestazioni ad un supposto antropocentrismo cristiano che sarebbe responsabile di una cultura e di una civiltà che ci sta conducendo al disastro ecologico. Al contrario è dentro la creazione che il posto dell’uomo assume un significato, non di dominio arbitrario, ma di obbedienza alla vocazione divina, che lo costituisce «giardiniere dell’universo».
Tutta la Bibbia è antropocentrica, perché Dio si rivolge all’uomo come suo interlocutore privilegiato, ma nello stesso tempo la Bibbia è teocentrica, perché il fine del dialogo salvifico è restaurare la pienezza di vita che la creazione aveva al suo inizio nel paradiso terrestre e di cui Cristo è paradigma e portatore.
Su questi difficili temi che coinvolgono filosofi, teologi e scienziati, economisti e politici, si sono cimentati i più valenti specialisti italiani durante il congresso dell’Associazione Teologica Italiana, tenutosi a Pisa dal 7 all’11 settembre 1992.
Su questi temi sono chiamati a riflettere oggi non solo gli specialisti, ma anche tutte le persone desiderose di capire dove ci conduce la fine dell’epoca moderna e il tramonto del mito dell’onnipotenza tecnologica.

 

La creazione. Oltre l'antropocentrismo?

ISBN 88-250-0283-1
Studi religiosi
Ed. Messaggero Padova 1993
Pag. 414 – L. 40.000