Associazione Teologica Italiana
Dio, mondo e natura
nelle religioni orientali
Giacomo Canobbio (a cura di)

I primi approcci ai vari aspetti del tema generale del Congresso nazionale dell’ATI del 1992 («Antropocentrismo in questione») sono avvenuti nei precongressi di zona. Incontri preparatori, questi, che hanno visto però contributi e interventi di grande valore, da giustificare senz’altro la loro raccolta e pubblicazione.
Lo dimostra anche questo volume, che presenta gli Atti del convegno di Brescia, che ha affrontato un argomento quanto mai attuale e stimolante: il confronto con le religioni orientali (soprattutto induismo e buddismo) sul tema dell’antropocentrismo colto nei nodi fondamentali delle loro visioni e concezioni.
Il nudo elenco dei contributi e dei loro autori basta a far capire l’importanza e l’interesse di quanto emerso in tale convegno: Macrocosmo­microcosmo. Il concetto di rta e dharma nell’induismo antico (Stefano Piano); Dio, uomo e natura in Sankara (Richard De Smet); Contesto e significato della puja quotidiana nel mondo religioso­culturale indù (Gaetano Favaro); Zen, buddhismo e natura (Gianpietro Sono Fazion); Annotazioni sulla Parola creatrice nella tradizione indiana (Caterina Conio), Dio nella New Age e nella sensibilità contemporanea (Aldo Natale Terrin); Reazioni di un teologo cattolico (Gianni Colzani).
Ha curato la raccolta Giacomo Canobbio che ne ha scritto anche la Presentazione.

 

Dio, mondo e natura

ISBN 88-250-0192-4
Studi religiosi
Ed. Messaggero Padova 1993
Pag. 173 – L. 18.000